domenica, aprile 8

Sciocchezzaio di viaggio

La civiltà di un popolo si vede dalle feci di cane sulle strade. Londra che è una delle capitali europee con la percentuale di cani per famiglia più alta, non ha uno, un solo escremennto di cane in giro. Mentre dalle mie parte ce ne è una ogni 10 passi.
A Parigi, i proprietari di case possono pretendere da parte di uno straniero europeo, in soggiorno, dell'area euro, il numero di volo aereo. A parte che ciò non implica che uno abbia preso proprio quel biglietto, non si capisce a che pro, e se uno viene in auto?
Mi resterà un mistero dell'AirChina che forse in vita non mi sarà mai svelato. All'altezza, è proprio il caso di dirlo, del deserto del Gobi, decido di andare al cesso. Non è che ne avessi proprio bisogno, in effetti lo facevo per fare due passi. Entro in quello del mio corridoio, sulla sinistra noto un fasciatoio; appena inizio a far pipì, un battere vigoroso alla porta. E che diamine, penso, neanche sono entrato. "One moment, please!". Posso solo immaginare qualcuno che ha un'urgenza. Mi sbrigo, e apro, voglio proprio vedere in faccia chi si sta cagando sotto. Con mia sorpresa c'è solo la hostess cinese, che mi starnazza nervosetta in cinese inglesizzato, o viceverso, tanto ugualmente non capisco. Ed io in Italiano perfetto: "Ma che è?" Non era il wc delle femmine, sicuro, in pieno volo non poteva essere chiuso. Mah

lunedì, febbraio 5

sciocchezzaio Scelta di un film

In generale scarto di film sentimentali e italiani, particolarmente quando sono presenti alcuni attori (Accorsi, Crescentini, Angiolini, Bova, Gerini, Scamarcio, Golino, Ramazzotti e moltissimi altri per motivi che esulano dalle loro qualià interpretative, mi annoiano).
Largo spazio alle pellicole orientali Giappone, Corea, Cina,  dell'Europa dell'Est, Medio oriente, africane e tutto il resto del mondo. Fantastici Horror animazioni commedie. Quelli cosiddetti seri sociali, guerra quando sono fatti bene. Evitati gialli e polizieschi. Qualità degli attori,  gli americani sono tutti bravi.
Esempi di etodi di scelta
Suburbicon                        
 semaforo erde
A casa tutti bene                 semaforo rosso
Quello che non so di lei      semaforo arancione perché è presente una attrice considereole  Eva Green
Assassinio sull'Orient Express semaforo arancione Come seconda battuta solo perché c'è Deep
Amori che non sanno stare al mondo Semaforo rosso
Come un gatto in tangenziale  semaforo verde
Napoli velata                      semaforo arancione
Tutti i soldi del mondo       semmaforo rosso
Benedetta follia                  semaforo verde
La forma dell'acqua            semaforo erde
Ella e John                          semaforo rosso
L'ora più buia                      semaforo verde
Chiamami con il tuo nome semaforo rosso
Downsizing                        semaforo verde
Made in Italy                      semaforo rosso
Maria Maddalena               semaforo verde
Matrionio italiano              semaforo arancione perchè non è un film d'amore ma commedia sociale

mercoledì, dicembre 27

Trump

In Italia siamo già passati, con i governi Berlusconi, ad un utilizzo privatistico dell'amministrazione nazionale. In USA, con Trump, sta accadendo lo stesso. Non c'è una decisione dell'amministrazione Trump che non faccia direttamente peso con gli affari privati di Trump. Il Guatemala sposta la sua sede di ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme. Non c'è un motivo ideologico o semplicemente di politica internazionale. È una necessità di interesse economico legato alla relazione con gli USA, Israele e Palestina non c'entrano niente. La decisione di Trump di spostare la sede è collegata esclusivamene a mero interesse commerciale, una promessa ad una lobby in cambio di appoggio per il potere. Se avesse avuto relazioni commerciali con i Palestinesi, avrebbe molto probabilmente fatto il contrario. Una sciagurata decisione che produce un domino contrario di cui la comunità intenazionale e l'America stessa, non sentiva la necessità. Questo guaio Trump, quando concluderà il suo mandato meglio sarà per tutto il mondo.

martedì, ottobre 17

Byōdō-in




平等院
Potrebbe anche essere che sia andato in Giappone come scopo principale  di visitare il Tempio... È un'architettura perfetta nelle sue proporzioni. Nella sala centrale è esposto il grande Budda.  Modestamente non mi sono fatto mancare neanche questo, con un ticket a parte. Si entra in un piccolo ambiente e si resta immobili e costipati facendo finta di ascoltare la guida che parla solo in giapponese. Tutti visitatori indigeni e solo noi occidentali. Le scarpe, con il tacco o con i lacci, se le infilano con una tale disinvoltura che sembra si mettano le pantofole. Non si abbassano, non allacciano, come fanno non si sa. Il tempio è raffigurato nella moneta da 10 yen e vi è una copia costruita in scala 1/1 alle Hawaii. Come già ho scritto in un precedente post, questo tempio fu di ispirazione per un padiglione, Ho-o-den, in piccola scala, alla grande esposizione Colombiana del 1893 a Chicago. Fu posizionato in un isolotto raggiungibile da ponticelli, proprio come il Byōdō-in. Nella memoria di ciò in Jackson Park resta solo l'isolotto con un curato giardino giapponese impiantato molti anni dopo. Le due prime "splendide" foto le ho fatte io personalmente, quelle di sotto sono della mostra colombiana del 1893...

venerdì, agosto 18

brevissimi accenni di storia di Dio

Per un lungo periodo Dio si tenne nei confronti dell'umanità con un profilo basso.
Lasciò credere che esistessero più dei, e che ognuno di loro, come i ministri, si occupasse di
settori specifici. C'era il Dio dell'economia, il Dio delle relazioni sociali, il Dio della difesa ecc. E questo per diversi millenni.
Nel frattempo si curava di un solo popolo, che all'inizio erano 4 tende messe in croce.
Non si sa per quale motivo avesse preso questa decisione. Tutto il resto della popolazione mondiale,
si era creata un proprio idolo, chi credeva nel sole, chi in una roccia, in un albero, una montagna. Non è che lo facessero apposta,
loro proprio non sapevano che c'era un dio, nessuno glielo aveva detto. Lui l'aveva messa così, chi voleva far parte del popolo eletto si doveva fare una temperata alla punta del pisello, almeno ai primi tempi valeva per tutti. Si divertì nei secoli
a cambiare le regole e diversificare per ogni popolo. Così fece scendere un figlio per confondere ancora di più le idee.
Ebrei musulmani cristiani... Ai musulmani impose di far coprire le donne come mummie, anche d'estate, altrimenti si offendeva,
alle cristiane solo le suore e nessuno del clero doveva scopare. Ovviamente in questa confusione creò dissapori, perché ognuno
credeva che le proprie regole fossero più corrette delle altre. E così avvennero sanguinosi scontri di civiltà, in cui Dio,
si limitò a fare da spettatore, senza peraltro mai intervenire, visto che comunque era stato lui stesso a dettare le regole.
Anzi, per rendere ancora più cruenti gli scontri, ai musulmani promise 72 vergini in Paradiso se si fossero immolati per la causa,
ai cristiani invece il Paradiso semplice con il privilegio della Sua visione.
Il che a molti cristiani questa cosa non andava giù, quale godimento potevano avere nel fissare per l'eternità una luce intensa,
apparte la certezza di perdere la vista? Così molti passarono all'altra sponda, con sommo divertimento di Dio, che continuava
a sparpagliare le pedine sul tavolo da gioco. Si divertiva talmente che continuò a dividere e creare nuove regole,
preti che potevano scopare, re che potevano far rotolare teste a suo nome, tanti scismi. Intanto aveva lavorato di fantasia anche nell'altra parte
dell'emisfero che continuava ad andare per conto suo, come sempre aveva fatto.
Animismo, induismo, buddhismo, confucianesimo, taoismo, tantrismo ecc ecc. Ed ancora oggi, non si è stancato con i tanti ismi.
Poteva essere più semplice che apparisse a tutti gli uomini sulla Terra e dicesse, ecco io sono qui,
fate come cazzo vi pare ma poi non date la colpa a me.

venerdì, agosto 11

come fottere il caldo notturno

binomio perfetto caldo e zanzare.
La notte se si aprono le finestre si diventa cibo per vampiri.
Se si accende il ventilatore, ci si sveglia con la cervicale.
Resta l'aria conizionata, che però è micidiale e disadatta il corpo alla
temperatura ambientale, e la retina antizanzare, che trasforma la casa in una cella
e crea colonie di zanzare stanziali.
C'è però una elegante soluzione che usavano i nostri avi, il baldacchino.
Una sottile trama retinata si mette a tenda sopra il letto a doppia piazza, si aprono tutte le imposte
e si mandano affanculo le zanzare.

martedì, agosto 8

cose che non farò mai

paracadutismo sportivo, bungee jumping, parapendio e affini, giostre acrobatiche, andare in vacanza a Sharm el Sheikh e Dubai, Ibiza e tutte le località da bimbiminchia, fare immersioni con le bombole, fare sesso con Charlize Theron.