domenica, novembre 18

Dimentichiamo

Noi dimentichiamo le nostre lotte, le nostre guerre, le nostre battaglie. O forse non erano così importanti per essere ricordate.

9 commenti:

Kaisheziana ha detto...

PRIMAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Buongiorno Fabio...

Dimenticare... io ne do una lettura diversa...

Il nostro animo cerca (e a volte trova) la strada che permetta di soffrire di meno per gli ostacoli e le difficoltà del cammino...

Allora dimenticare, o almeno lasciar affievolire ciò che ha ferito, è una "medicina" per vivere...

Non le cose meno importanti... quelle, semplicemente, non si imprimono se non superficialmente nella memoria...

fabio ha detto...

illuninante come sempre.
Bumongiorno Kai

Kaisheziana ha detto...

Ben svegliato Fabio...
Curca, ecco... oggi ti sei allineato a noi disgrafici...

Così parto sorridendo...

OK... ora vado alla Messa... ciauuuuuz!!!

Kaisheziana ha detto...

Prima però ti spiego com'è che sono ancora (o già) qui...
Sto cercando di scrivere una StoryGame... ma sono ancora allo stadio: chi è il protagonista?

Suggeriscimi tu ... ti prego!!!

Serve, ovviamente, per catechismo... per far riflettere i ragazzi che ogni giorno dobbiamo decidere fra più possibilità e che il "labirinto" che ne nasce è la nostra vita...

fabio ha detto...

Certo che ti suggerisco... ma cosa, in particolare?

Kaishe ha detto...

Ciao fabio...
Devo avere l'idea su quale sia la situazione di partenza.. poi vado...
Le uniche cose certe potrebbero essere che è un adolescente e che debba incontrare i bivi della vita normale e della vita di cristiano, compresa la scelta se eserlo con coerenza, solo di facciata o per nulla...

Kaishe ha detto...

Per dire... oggi (con l'altro gruppo) abbiamo gatto un gioco di ruolo...
Divisi in tre gruppi che impersonavano ciascuno un prsonaggio:
1 - ragazza 16 anni, studentessa, danza e palla volo;
2 - universitario 20 anni, poco studio e molto calcio;
3 - uomo 32 anni che ama le cose costose;
I ragazzi hanno fatto uccidere la mamma del ventenne dal figlio stesso... che era pure un drogato; la ragazza prima cerca di vivere una vita normale e poi diventa una prostituta... che ama quella vita;
Il tero era un mafioso che, ovviamente, gestisce il traffico di droga... e quando io gli dico che ha un mese di vita... ribatte che non è vero perchè il medico che ha divulgato la notizia era assoldato da lui che voleva coprirsi le spalle e cambiare vita in tutta tranquillità... e i9infatti mette in scena la sua finta morte e il suo funerale...

E pensare che io volevo solo fingere un intreccio amoroso fra i tre... e mi sembrava pure troppo...

astrosio ha detto...

fabio, la seconda che hai detto. cribbio, viviamo su una palla che galleggia nel vuoto! ce lo vogliamo mettere in testa? ecco.

fabio ha detto...

Oh, Astro, quanto hai ragione... .. cribbio!