sabato, settembre 26

Scajola contro Annozero


Scajola convoca i vertici RAI per verificare l'ammissibilità di Annozero.
Scajola:
«È compito del ministro dello Sviluppo economico verificare che l'offerta televisiva sia conforme al contratto di servizio per la tutela dei cittadini che versano il canone e ai quali va assicurato un adeguato livello culturale e una programmazione di qualità rispettosa dell'identità valoriale e ideale del nostro Paese, della sensibilità dei telespettatori e della tutela dei minori»

Il ministro dello sviluppo economico c'entra come i cavoli a merenda ma... Scajoli ci vuole tutelare, che animo sensibile. Ai cittadini va assicurato un adeguato livello culturale??? Annozero potrebbe essere una trasmissione poco cul-turale?? Troppo poco cul... Deve essere adeguata, non ci sono tette e culi, bisogna aggiungerli. Meno male che ora ci pensa il nostro ministro, la prossima puntata nani e ballerine a go go e battute da bagaglino, con qualche "ma va' a mori' ammazzato!" che fa tanto linguaggio da ministro, per salvaguardare la sensibilità dei telespettatori e la tutela dei minori.
Il ministro dello sviluppo economico o il ministro del sotto-sviluppo cerebrale?
Grazie Scajola, che ti sei accollato 'sta ... ideata valoriale.

Più o meno i fatti sono andati così. Dopo Annozero, il Nostro si consulta con i soliti ghedini e bonaiuti.
Necessita convocare i vertici Rai, e ci vuole una scusa adeguata. Non sarà lui a enunciarlo, dopo l
a figura minima rimediata a portaaporta, è meglio che si astenga da qualsiasi esternazione.
Ci si inventa questa stronzata della cultura e della sensibilità e dei "valoriali" italiani,
che piace tanto ai cattoleghisti, poi si decide a chi farlo enunciare. Logica vuole che
sia la Gelmini, come ministro dell'istruzione ma è poco credibile, lei che parla di cultura, con i suoi "curruculi"? Forse La Russa, come Ministro della Difesa, per difendere i valoriali, andrebbe anche bene, ma con la situazione in Afghanistan... Tremonti come ministro delle finanze, considerando la spesa del canone che spendono inutilmente i cittadini, ma con la crisi mondiali...
Giovanardi come sottosegretario per la famiglia, droga, servizi sociali ma la droga di Tarantini...
meglio di no. Forse Rotondi come ministro dell'attuazione del programma di Governo, Annozero
non si attiene al programma Rai, di Governo, è la stessa cosa, ma è inadatto al linguaggio.
La Carfagna? manco a parlarne. Ronchi? politiche europee, con la D'Addario intervistata all'estero?
Meloni, gioventù? potrebbe ma.. annozero corrompe anche gli anziani. Turismo con la Brambilla?
vedi Gelmini. Ci sarebbe Maroni, ideale, ma lui si è già rotto abbastanza i Maroni per la questione
dei respingimenti. Alfano, già fa troppo. Matteoli, infrastrutture? troppo complicata la scusa.
La Presti per l'ambiente? come difesa dell'ambiente culturale? mah!La Presti è bruciata
perché non l'ha mai data la piena disponibilità al presidente, sulle questioni di governo.
Bondi? meglio che si riposi. E infine sono rimasti i due papabili, anzi papibili, Sacconi e Scajola.
Sacconi era ottimale, come ministro del lavoro salute e politiche sociali ma con il virus A, la salute
è meglio non toccarla. Scajola infine, un complimento agli autori della motivazione, saranno forse gli stessi del "Grande fratello", noto programma culturale? Lì non si può intervenire perché non c'è dolo, il canone, cioé se Annozero era aggratis poteva dire di tutto senza alcun problema. Gli italiani spettatori, con tutte le porcate che trasmettono i canali Mediaset, ora si vanno a corrompere con Annozero?? Grandi e vaccinati, hanno bisogno della tutela, della guida del papino, il governo ci dice quello che possiamo o non possiamo guardare??? Quali sono i valori italiani di cui si fa promotore Scajola? chi è lui e chi per lui da arrogarsi il diritto di saperlo. Io lo so quali sono i miei valori, Scajola e chi per lui pretende di conoscerli, io non conosco i suoi valori. Di certo i miei non sono i suoi. Gli Italiani tutti dovremmo vedere programmi televisivi secondo i valori di Scajola e chi per lui!!
I programmi che corrompono la gioventù e non seguono i nostri valori per me sono altri. Programmi come "Uomini e donne" dovrebbero essere radiati da emittenti a diffusione nazionale e con segnale in chiaro, come lo sono già per legge quelli pornografici per la tutela dei minori. Ma Scajola non vede...

4 commenti:

aleph ha detto...

Messa così in effetti chi rimaneva?
Forse il prostante Bertolaso con la scusa che un programma così pruriginoso mette fantasie strane ai terremotati astinenti da mesi di promiscuità...insomma una cosa di ordine pubblico tra le tendopoli...mica roba da niente!

Balua ha detto...

.. con queste premesse la rai non deve trasmettere nulla... ma nulla..




.. nemmeno anno zero, però....

.. ma io che mi lamento?

Non pago il canone per protesta!

ma se lo pagassi, mi incacchierei parecchio di spendere per vedere Santoro Morandi e la Clerici! O la Ventura Facchinetti e la Mori.. O il sodalizio raiset..

fabio ha detto...

La Rai non diverrà mai autofinanziata. Facendo pagare il canone agli Italiani essa resta di proprietà della politica. Berlusconi non ha alcuna intenzione di gar togliere il canone. Se la Rai si autofinanziasse i politici non avrebbero più diritto di possesso e non imporrebbero il loro volere, ci sarebbe solo una relazione di costi-benefici, chi vale e rende resta chi no, via, senza più raccomandazioni modello Saccà e politicizzazioni di Vespa. Così non ci sarebbe neanche più bisogno di puntate di Annozero impostate in opposizione a questa volontà di reprimere alcune trasmissione ed altre no. Insomma se la RAI fosse senza canone Santoro non avrebbe più bisogno di protestare e farebbe trasmissioni di taglio giornalistico di cronaca di denuncia come fa di solito.
Inoltre non ci sarebbero più manutengoli e spese folli perché i soldi piovono dall'alto. Prima di invitare una come Paris Hilton a 100mila euro o di fare Sanremi elefanteschi e dai costi e ingaggi vergognosi, ci si penserebbe molto bene. Ma la volontà di questo parlamento è quella di fare pagare il canone e continuare a spartirsi la RAI, sebbene il governo stia provando a fare filotto.

il monticiano ha detto...

Tutti gli indesiderabili sono stati da te giustamente elencati. Li conosciamo bene. Ma quello che mi domando, ed è ormai un'amara vecchia constatazione, com'è possibile che questa manica di analfabeti della politica siano stati votati. Quegli elettori sono così disinformati da quei programmi che tu citi e che io non ho mai visto, nè vedo e nemmeno vedrò neppure sotto tortura?