domenica, settembre 21

Carfagna soffre di anoressia?

È troppo semplice, oggi come oggi, parlare male della C. sarebbe come sparare alla Croce Rossa. Ma il motivo non è dovuto all'ultimo d.d.l. uscito dagli uffici del Ministro delle Pari Opportunità. Alcuni hanno fatto battute becere e meschine: ha imparato dal suo protettore, annientare la concorrenza. Nulla di più falso. Non è affatto vero che questa legge sia scaturita dalla mente della C. Sono le menti del grande ed unico decisionista, che hanno sfornato questa leggina, un po' per accontentare la Chiesa alleata, un po' per far vedere che c'è un problema sicurezza e che loro stanno facendo qualcosa; poi si sono chiesti chi ministero potesse beneficiare del lancio del d.d.l. Naturalmente sarebbe stato logico il Ministero della Difesa o quello dell'Interno, dato che è un problema di sicurezza interna; inoltre come esporre il Ministro della Giustizia ad una contraddizione? prima dice che le carceri sono piene e poi farebbe una legge che mette dentro chiunque si fermi a parlare con una mignotta? ( mezzo parlamento in galera?); non era utile allo scopo. Chi aveva maggior bisogno di rispondere alle malelingue? Lei. Così le hanno ricacciato fuori il rospo e le hanno fatto mettere in bocca parole di morigerata donna di chiesa, infarcisce ogni suo discorso con quel: "io sono una donna cattolica", che spesso non c'entra niente con l'argomento trattato. Un giornalista le domanda "sa cucinare?" e lei risponde preparata: "Sì so cucinare, sono cattolica", "sa nuotare?": "Sì, sono una cattolica".
Il problema invece è un altro ed ha proprio a che fare con la Croce Rossa. Non riesco a capire come mai nessuno si accorga che questa donna ha un serio problema di salute. Qualsiasi medico saprebbe identificare in lei uno stato di denutrizione. La C. soffre palesemente di anoressia. Il suo fisico è al limite, la sua voce è un sottile fiato misurato sulle flebili forze. La C. sino a prima di entrare in politica era una bella ragazza rigogliosa e florida; dopo non si è capito bene cosa sia successo. Invece di aggiungere chiletti, come nel normale evolversi del fisico, è accaduto il contrario. Si è scarnificata, gli occhi sono usciti dalle orbite, il corpo è diventato una cruccia per abiti. Grave gravissimo. Perché nessuno interviene? perché? Andiamo oltre le beghe politiche, oltre la miseria della faziosità, questo è un caso umano. Non so se c'è bisogno di uno psicologo, di uno psicanalista, di un nutrizionista, di un dietista... l'importante è intervenire al più presto.
Non sto facendo della bieca ironia. Per dimostrare che sono in buona fede non espongo neanche un'immagine della C. nelle sue condizioni attuali, un atto di sincera sensibilità. Infatti le foto risalgono a qualche tempo fa, colta in alcune tra le più intense espressioni, naturalmente in quella centrale lo sguardo è più intelligente.

20 commenti:

airens ha detto...

Fabione,ma lo sai che l'ho pensato anche io ultimamente?Quegli occhi sbarrati persi nel vuoto sono inquietanti...prima era veramente bella,adesso è l'ombra di sè stessa.

Riguardo al ddl,il commento più bello l'ho letto su voglioscendere dove qualcuno ha scritto:"ecco,le solite leggi ad personam del governo berlusconi!"
Comunque è chiaro che lei lì in mezzo non conti niente,ci mette la faccia e basta.Tra l'altro
,con le boiate che spara,mi sembra pure più che sufficiente(che detto così sembra quasi che invece i manovratori veri siano teste fine...)

Kaishe ha detto...

Beh... pare che anche l'abuso di alcune sostanze renda così... sbarrati!!!
In ogni caso è un caso umano da risolvere...

Ciao Fabio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

scriptamanent ha detto...

Tiè! prima cosa.

Secondo: io sò per esperienza che quando non ci si sente padrone di sè stesse controllare il proprio corpo diventa l'unico modo per esistere.
Quindi sì, da ex anoressica secondo me lo è. Ma è ancora in quel limbo dal quale, con un cambiamento di vita soddisfacente e radicale si esce. Cioè......
Una legislatura intera e non recupera.
Io lo sono stata dal 1997 al 2002. Un percorso che solo al cambiamento delle condizioni ambientali ha avuto una svolta.

Per una volta la Ventura ha detto una cosa sensata: "Per troppa ambizione ha fatto il passo più lungo della gamba".

Forse è davvero così sai?

RondoneR ha detto...

Fabio siamo in tanti ad essercene accorti, e ne soffriamo pure (tutto sommato era una davvero una bella tosa).

purtroppo l'anoressia temo c'entri poco, mentre il commento di Kaishe centra il bersaglio.

se la incontro provo a salvarla indicandogli altre sostanze che spingono verso una fame eccessiva...

promesso.

citroglicerina ha detto...

io non credo soffra di anoressia la carfagna, ma non vorrei essere ingiusta o crudele.

showfarm.com

Anonimo ha detto...

Per me che ho l'occhio clinico quello non è abuso di sostanze stupefacenti, è abuso di botulino. Si vede lontano un chilometro che ha la fronte totalmente paralizzata e le sopracciglia avvicinate all'attaccatura dei capelli.

fabio ha detto...

L'una non esclude l'altra.
Sostanze ne girano parecchio, a certi livelli sono la norma. Le modelle anoressiche vanno a coca, i nasi piccoli, dal setto consumato, modello Kate Mose. Siamo sulla buona strada. Il botulino è pane quotidiano, tant'è che la Prestigiacomo, al di sopra di ogni sospetto, ha detto senza problemi, di fare uso di queste sostanze chimiche, con piccole siringhe, quando deve fare bella presenza, come se si fosse un trattamento di bellezza.
Io dico che ci stanno tutte le ipotesi.

Albert1 ha detto...

Io sottoporrei la questione al Grande Capo Estiqaatsi per conoscere la sua opinione... :)

Non conoscete Estiqaatsi ? Ahi Ahi Ahi !

Saluto veloce veloce, ero di passaggio !

scriptamanent ha detto...

E' sufficiente il meno esotico ma altrettanto potente Maestro Chissenefrega, caro Albert.
Se devo dire la mia, però, questa non si fà. Non di giorno perlomeno. Un conto sono gli occhi sbarrati, un conto palpebre e fronte totalmente liscie, stratirate e per nulla cadenti.
Dai, la Ministra c'ha bisogno di tranquillanti, non di eccitanti. Se la sarà pure cercata ma non vorrei essere nei suoi panni manco morta allo stato dei fatti.

fabio ha detto...

Potremmo fregarcene se lei, paritariamente si facesse, o si fosse fatta i fatti suoi. Ma... lei... si fa li casi nostri, portavoce dei bisogni sessuali corretti degli italiani, ipocrita moralista del caso, per cui ho sentito dalla sua viva voce discorsi ridicoli: "Una madre che porta la figlia in piscina o a danza e si sente rispondere dalla figlia chi sono quelle donne... non è decoroso!" Capisco, la prostituta dà fastidio alla vista della ricca signora alto-borghese che scende dal suo suv per portare la bimba viziata a scuola di veline. Meglio fare tutto in luoghi chiusi. Occhio non vede dente non duole. Ed il problema sta sempre là!
Io mi chiedo se Lei si faccia abbastanza sufficientemente...

scriptamanent ha detto...

Dai Fabio, non è lei che parla. Lo sai. Lei voleva solo diventare famosa. E c'è riuscita. Magari oggi si suiciderebbe per il modo in cui c'è diventata, ma ormai è schiacciata.
Ben le stà? sì, sicuro, cioè forse: se serve a far capire che a darla per inseguire ciecamente vacue ambizioni ci si ritrova in balìa di chi si credeva di poter ammaliare......sì. Ben le stà. E che sia un monito.
Ma siccome la velina bionda appena proclamata (18 anni) ha dichiarato che si trova "esattamente all'apice dei suoi sogni", che già sarebbe un dire, e soprattutto apparentemente incurante che tutto il web riporta il gossip insistente della sua relazione con Jacchetti, ovvero additandola come una zoccoletta che ce l'ha fatta..........
Ecco, non è servito a una mazza.
Quindi mi fa solo pena.

scriptamanent ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
RondoneR ha detto...

Resta il fatto Fabio che le puttane per strada fanno pena. Tanto la prostituzione è immortale. Famole sta' al caldo ste figliole, in vetrina (come in olanda) se temi che sia solo per nascondere, ma per la strada no, fa schifo oltre che pena (sapranno più di smog che d'amore) ed è pericoloso per loro e per la viabilità in generale.

Laura ha detto...

Una manifestazione esteriore di chi soffre di tiroide sono gli occhi un pò a palla ed un pò sporgenti.
Generalmente però non mi piace guardare ai difetti di una persona e deriderne, ma per te Fabio, faccio un'eccezione.
Ciao. :D
Laura (degradodiroma)

fabio ha detto...

Laura, sono onorato della tua eccezione. Anch'io non guardo difetti fisici di una persona per deriderla; i difetti di apparente normale mentalità sì, decisa,mente sì, come tutti, è il minimo per fare opposizione di pensiero. Non credo di deridere i difetti fisici della Carfagna, i quali se li ha neanche conosco, lo so che li conosce mezza-roma ma non io, sarò l'unico! Noto solo un forte dimagrimento, che non è un difetto fisico ma se mangia qualche bombolone la mattina...

fabio ha detto...

Per essere più esplicito, la mia umile ironia attacca la palese ricerca di perfezionismo di questa donna. Forse è lei che non vuole accettare i difetti fisici. La sua magrezza è la prova di una esasperata ricerca di perfezione, dovuta alla vanità dell'ambizione estrema; a tutti i costi, a qualunque prezzo, anche a costo della propria salute e della propria coscienza.

Anonimo ha detto...

Fare ironia sull'anoressia è da imbecille...complimenti.

fabio ha detto...

Anonimo, io non faccio ironia sull'anoressia, ma sulla Carfagna.
Correggi il tiro: "Fare ironia sulla Carfagna è da imbecille"...
...complimenti.

Anonimo ha detto...

cmq, si dice "gruccia" e non "cruccia" per gli abiti...
Zingarelli docet

fabio ha detto...

Anonimo, ti ringrazio per la precisazione. E per rispetto preciso ancor di più che "cruccia" è la forma letteraria arcaica, il cui utilizzo è altrettanto corretto.
Zingarelli docet