martedì, ottobre 28

Le perle di Silvio 2

Le preferenze vanno abolite perché a Strasburgo serve una squadra di professionisti scelti dalle segreterie dei partiti... Voglio che in Europa ci vada gente altamente qualificata e che in tutte le ventitré Commissioni ci siano professionisti di ciascuna materia. Solo scegliendo noi chi va in lista saremo sicuri di avere una rappresentanza capace di difendere gli interessi italiani.... Con le preferenze sarebbe eletto chi è più capace a farsi promozione e si tornerebbe inoltre al finanziamento della politica, che è esattamente il contrario di quanto chiedono gli italiani che vogliono una politica limpida, pulita e trasparente. Con le preferenze si tornerebbe alla stagione precedente...
Ricapitolando, Berlusconi ha detto che gli Italiani non usufruendo del voto di preferenza, che fa scegliere direttamente chi viene ritenuto degno della fiducia per rappresentarli, hanno la certezza di avere una politica più limpida. Ed io che pensavo fosse il contrario. Questa è LOGICA MATEMATICA, IRRAZIONALE ma matematica. Io mi scervello per capire la genialità di quest'uomo. C'è più libertà togliendo la libertà di decidere!!
La lista di candidati che compila un partito, p.e. il PDL, dovrebbe comunque essere già una cernita di qualità. Berlusconi, con le sue parole, farebbe capire che in una ipotetica lista metterebbe anche un discreto manipolo di imbecilli,
metodo clientelare residuato della vecchia politica che lui tanto aborre ma che quando gli conviene utilizza spudoratamente, si rischierebbe fossero eletti.
Gli Italiani quindi sarebbero una massa di incompetenti che quando vanno alle urne possono combinare guai? Ha ragione, enormemente ragione, non si fida di quelli che lo hanno eletto,
come dargli torto?

Professionisti? ora ho capito perché la Carfagna è ministro... è professionista 'e 'sto c...

E con questa ultima uscita dell'attuale capo del governo non mi esprimerò più sulla preparazione professionale del Ministro delle Pari Opportunità, perché ora so che la sua professionalità è stata testata direttamente dal suo estimatore, il quale la considera certamente una professionista nel suo settore, perché lui, come ha riferito, sceglie solo tra le professioniste... Che ne potevano sapere gli elettori che lei fosse così brava?

Questo paese ha un bisogno impellente di professioniste, che lo aiutino a raddrizzare la situazione, già molto compromessa, senza l'utilizzo di interventi artificiali che danno solo un momentaneo beneficio; le attinga soprattutto da quel catino di utenza formativa che è Mediaset, grande scuola di preparazione delle future professioniste, leve della polittika italiana.

Alla luce dei fatti, io non credo che la Gelmini sia una professionista... questo è un complimento.

3 commenti:

scriptamanent ha detto...

Eccerto! C'ha ragione! ai polemici come te dovrebbero oscurare il blog!

Kaishe ha detto...

Buongiorno Fabio...
Massì: oscuriamo, censuriamo, controlliamo...e ordiniamo a tutti che ridano, ridano, ridano...

airens ha detto...

bipensiero orwelliano!!!
il Grande Fratello ci guarda