venerdì, maggio 9

La distruzione legale di Roma


Dopo la puntata di Report del 4 maggio 2008, "I re di Roma", sulla cementificazione selvaggia della città ad opera dei costruttori privati, assecondati dal Comune, l'ex assessore all'urbanistica della giunta Veltroni, Morrasut, ora onorevole, sentitosi messo in causa, adirà a vie legali contro la trasmissione (becchini e avvocati, due lavori per i quali non mancheranno mai clienti). Questa sarà una battaglia legale di non poco conto. Metterà in chiaro non tanto le responsabilità, ma la legalità di certi atti pubblici del Comune. Report e la Gabanelli sono coperti dai legali della Rai, mentre i giornalisti che fanno i servizi freelance, firmano un contratto in cui si assumono le responsabilità di quello che viene mandato in onda, e non ricevono assistenza legale dalla Rai. Non so se questo servizio appartenga a giornalisti interni Rai o sia di giornalisti freelance, spero solo che non accada un altro caso Barnard. Anche perché se oltre a Morassut, si impunteranno i costruttori, che di soldi per portare avanti le cause ne hanno in quantità illimitata, un comune mortale giornalista, lasciato solo, cosa potrà fare, al cospetto dei 'magnifici' re-sponsabili del secondo sacco di Roma legalizzato?

5 commenti:

Balua ha detto...

PRIMAAAAAAAAAAAAAAAAAA

RondoneR ha detto...

che schifo, è un vero è proprio clima da restaurazione. ma alla fine rotoleranno anche le loro teste.

LaStefy ha detto...

TERZAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

angie ha detto...

rondoner, purtroppo neanche stavolta sono d'accordo con te, temo proprio che come al solito non rotolerà nessuna testa...

ma mai come ora vorrei che tu avessi ragione...

RondoneR ha detto...

angie è per questo che io sono un romantico. nel vero senso della parola.