venerdì, luglio 11

Quale politica?





Veltroni ha delegittimato la manifestazione a piazza Navona, considerandola non-politica. Si è appigliato a due paroline dette da due comici, trascurando tutto il resto. I titoli di testa dei giornali e delle reti nazionali si fermavano lì: offeso il presidente della Repubblica e il Papa. Ed il resto? Nulla. Neanche l'intervento di Rita Borsellino, che io considero legittimo oltre misura. Veltroni fa politica? Berlusconi fa politica? Politica? Berlusconi è l'anti-politica, fa populismo, il popolo la grande massa che vota se ne infischia del linguaggio politico. Vuole cose, vuole promesse. Come si fa a vincere le elezioni? Bombardamento mediatico, denigrazione dell'avversario e promessa di soldi(come faceva Lauro): "Se mi votate vi aumento la pensione", torbe di poveri anziani, si rialzano dal letto d'ospedale per andare a votare: vittoria in tasca. Fine dei giochi. E cosa gli vuoi dire? Come non dar loro ragione? "Lui almeno ci aumenta la pensione". Ineccepibile. Anche un fetente vince le elezioni così. Anche la camorra cattura così i discoccupati: "ci dà il lavoro, quello che non fa lo Stato". Quindi qualcuno è manchevole. La politica di Veltroni? parlare parlare parlare parlare, americanizzarsi nel linguaggio e nei gesti studiati, questa è politica? è il nulla. Veltroni ha perso le elezioni. LE HA PERSE . In pratica non avrebbe neanche il diritto di esprimersi in giudizi. Ma sta ancora lì a far finta di essere l'opposizione. La colpa non è di Berlusconi, quando la porta si lascia aperta i ladri entrano. Chi ha lasciato la porta dell'Italia aperta da 15 anni? Queste persone non hanno meritato di avere avuto le chiavi di casa, non meritano di essere i custodi della nostra Casa, hanno permesso a cani e porci di far scempio della nostra dimora.
Se ci sarà una prossima volta (se ci sarà...) abbiano la compiacenza di non ripresentarsi davanti la porta a richiedere le chiavi.

13 commenti:

Kaishe ha detto...

La politica intesa come IDEALE non si fa ai livelli nei quali la priorità è l'interesse personale... la politica - effettivamente - si fa nelle strade, nei bar, nei posti di lavoro... dove le persone si confrontano proprio sugli ideali...
Adesso ci hanno addomesticati ad un altro "confronto"... che è quello sempre cattivo sulla recriminazione e sull'imputazione delle rispettive "colpe" e/o vizi e difetti...
Ma ci leniscono con l'Olio di ricino delle promesse e la maggioranza degli italiani ci crede...
Pensi davvero che si potrà disintossicare il popolo e ritornare a parlare di democrazia?

Airens ha detto...

Fabione,basta. Falla finita!
Ma è mai possibile che non ti si riesca mai contraddire? :)

Io comunque c'ero e posso dire che questa manifestazione è stata la conferma della malattia,ormai endemica ahimè,della stampa italiana.Hanno dato l'impressione di un carrozzone malriuscito,volgare e vergognoso,cosa che invece non era.

Offesa a Veltroni?Hanno detto che non fa opposizione...embè?Diritto di critica,nulla più.In teoria ancora esiste.
Ma poi perchè,non è vero per caso?

Offesa al Papa?Si chiama satira e già nel mondo classico le parolacce erano all'ordine del giorno in questo tipo di spettacoli.Diciamocelo,puntando sulla sua omsessualità latente che lo porta inconsciamente a prendersela con chi,a differenza sua,la può manifestare,gli si è pronosticata una permanenza all'inferno con adeguato contrappasso...e sti cazzi!
Ci deve pensare Veltroni a difenderlo?E poi,ma difenderlo da che?Se la Guzzanti avesse detto che è un assassino andava difeso. Se avesse detto che era un ladro andava difeso.
Il succo del discorso era l'ingerenza del Papa negli affaracci dello Stato italiano,con riferimento alla polemica ad hoc creata dai media che l'hanno fatto passare per censurato quando invece ha RIFIUTATO di andare. Poi ha parlato di cultura razzista pepetuata dal Vaticano...e dov'è che ha sbagliato?Famiglia Cristiana s'è scagliata contro le orme digitali dei bimbi rom,ma il Papa no. Avrebbe dovuto invece. O parla solo per farsi i cazzi nostri nei nostri letti?

Offesa alla Carfagna?A parte che adesso come minimo la Carfagna dovrebbe querelare non solo Sabina ma il Clarin,la fonte,che è stato citato testualmente per il termine "pompino". Anche qui,senso del messaggio completamente travisato:la questione è che la Carfagna non ha meriti politici che l'hanno portata lì dov'è (e infatti s'è capito subito grazie ai gay che non sono discriminati). In America su Clinton,per una semplice questione morale tra l'altro,hanno creato uno scandalo. Qui nemmeno si tratta di semplici sollazzi ma di incarichi da Ministro ottenuti probabilmente attraverso prestazioni sessuali.

Offesa a Napolitano?Ma se Grillo è stato una mammoletta!Hanno detto,sia lui che travaglio,che firma tutto,stop. Oh,ma Morfeo era il dio del sonno mica un prigioniero di Guantanamo o un Berlusconi qualsiasi. Dove cacchio sta il vilipendio?Voglio saperlo,esigo e pretendo che me lo dimostrino. Se ne deduce che non si può parlare del Presidente della Repubblica...farà parte dell'immunità del Lodo Alfano?

Se nza contare che non hanno parlato solo Travaglio,Grillo e la Guzzanti...dove lo mettiamo un maestro come Camilleri?E Rita Borsellino?E Pancho Pardi?E Flores d'Arcais?

ma di quel benedetto articolo 21 della Costituzione che ne dobbiamo fare?E del primo comma del 33?Per non parlare del 3...
Riguardo al potere di Berlusconi,come già sai,la penso come te:la colpa è dell'opposizione.

fabio ha detto...

Sul Papa, non capisco perché i membri del Parlamento si stiano scervicando in sua difesa, e neanche i vari cardinali che parlano di scandalo. Non capisco, il Papa è difeso direttamente da Nostro Signore, cosa teme? Se Dio lo riterrà opportuno, con un fulmine a ciel sereno, disintegrerà la Guzzanti. Anzi, mi meraviglio che ancora non lo abbia fatto...

fabio ha detto...

Licia, no. Non penso proprio che gli Italiani pensino che la democrazia sia prioritaria, forse non ci hanno mai pensato dall'Unità, ci hanno pensato solo gli anni successivi alla guerra...

Airens, io considero la Carfagna una RISORSA dello Stato, un'arma strategica. Prima di tutto, aver superato il primo grado di corso SURVIVAL le fa onore. Ci vuole uno stomaco a fare quel che ha fatto, una prova degna di essere premiata con la carica che ha: pari opportunità agli anziani. Se l'Italia fosse invasa dagli alieni, vescicosi oleosi esseri simili a Jabba di Guerre Stellari, noi per scambio potremmo offrire al loro capo, la Carfagna sapendo bene che la nostra onorevole ministra è avvezza al sacrificio per ottenere uno scopo. Magari ce ne fossero come lei, 10 100 1000 ministre, l'Italia sarebbe la Nazione più potente del Pianeta.

fabio ha detto...

Cioè, voglio dire. Berluscono, 'sto pover'uomo, come doveva scegliere le rappresentanti del Parlamento di F.I? Le fece un provino. Le disse: fammi vedere che sai fare. E lei, che a quel tempo sapeva fare solo quello, l'ha fatto. Basta, non mettetela in croce. E che maniere! Alla fine del provino Berluskaizer, ha preso un goniometro... ha misurato i gradi di ascesa (:::) ed ha sentenziato: però... un grado più su rispetto alle altre. Brava, arruolata in Parlamento, con l'opzione ministra se migliorerai la performance. Ci vuole maestrìa, si vede che l'ha migliorata, ha alzato il tiro...

airens ha detto...

fabione,nemmeno in questo noi italiani siamo allo stesso livello dei paesi europei:la candidata in belgio il pompino l'aveva promesso a chi l'avrebbe votata!lì si che si pensa al popolo!
qua mica ti rivolgi al popolo,qua lo fai direttamente a chi conta!

airens ha detto...

fabione,nemmeno in questo noi italiani siamo allo stesso livello dei paesi europei:la candidata in belgio il pompino l'aveva promesso a chi l'avrebbe votata!lì si che si pensa al popolo!
qua mica ti rivolgi al popolo,qua lo fai direttamente a chi conta!

Kaishe ha detto...

Fabio... impertinente!
Stai parlando di un Ministro...



HA HA HA HA HA HA HA HA HA HA HA HA HA HA

Sul Papa non voglio entrare in argomento... ma (onestamente) non mi pare che nè lui nè Napolitano siano stati offesi non espressioni di SOLA cattiveria... a meno che non abbiano quella che di solito si chiama "coda di paglia"...

Kaishe ha detto...

Però almeno si spiega per colpa di quale shock la Mara sia rimasta con gli occhi sbarrati....
E per fortuna che non è rimasta anche con la bocca aperta...

(e scusate per le espressioni - per l'appunto - sboccate che evoco)

airens ha detto...

kay lo sapevo che non m'avresti deluso!!!!!tu sei la dimostrazione vivente di come si possa essere contemporaneamente cattolici e laici!

sarà per questo che è diventata così magra...dopo il fattaccio le è passata la voglia di mangiare!

fabio ha detto...

Airens, mi potrei stupire che anche tu hai avuto il mio stesso pensiero su Kai?
Dimenticavo che la Carfagna si dichiara cattolica praticante. Non è perché uno solo perché dice di essere cattolico sappia bene cosa sia. E non dimentichiamo che le teste rotolarono sino agli ultimi giorni dello Stato Pontificio ed avrebbero continuato a rotolare se non ci fosse stata la "Liberazione" di Roma. Cosa significa allora essere un buon cattolico? Seguire a bocca chiusa gli errori della chiesa, secondo i tempi?

Kaishe ha detto...

Buongiorno...
Airens, Fabio... essere "buoni cattolici" è molto difficile...
Talvolta non puoi evitarti di abbassare la testa davanti a certe cose che trovi non solo disdicevoli, ma mostruosamente sbagliate e anti-cristiane...
Io penso di essere, piuttosto, una "buona cristiana"... ma amare Cristo e il suo messaggio è una cosa naturale, prchè è un messaggio per l'UOMO...
Però se decido di appartenere a un "gruppo" io mi impongo di farlo con coerenza.
Perciò, anche dopo aver provato a percorrere altre strade (mai verso direzioni diverse, ma talvolta solo parallele alla Chiesa), ho maturato la convinzione che Chiesa sia il "posto" miglior nel quale incontrare il Signore... e mi attengo alle Sue regole, talvolta andando a cercare la spiegazione, altre "accontentandomi" delle stentate pennellate di verità che la attraversano...
Non so se mi sono spiegata... spero...
In ogni modo, le mie tappe più imprtanti della mia vita e della mia "crescita" sono state raggiunte nello stare con/in Chiesa... e questo non posso dimenticarlo e pesa sulle mie decisioni.
Buon fine settimana...

fabio ha detto...

Infatti. Kai. Le scissione dalla chiesa di Roma, nel corso della storia sono avvenute proprio per questo, per accorgersi che spesso era proprio il papa a non essere un buon cristiano. A parte la chiesa anglicana, dove c'era solo una questione di potere, della solita questione tipo: perché i divorziati non possono prendere l'ostia?
buonagiornata kai