giovedì, dicembre 10

Leggera pioggerellina in Tunisia

Sagge parole.
Piersilvio Berlusconi:
"Condivido la sua scelta di dire STOP, frutto della lucidità di un uomo che sa quando arriva il momento di cambiare (aria)"
Ecco perché il padre non dice STOP, non ha sufficiente lucidità per capire che è arrivato il momento di cambiare aria, se non vuole essere cacciato da una rivolta popolare (altro che "il popolo sta con me" ed "io sono il popolo"! al no-bidè ha partecipato un milione di popolo).
Infatti il messaggio non è indirizzato al padre, ma a Maurizio Costanzo il quale ha lucidamente capito che era meglio andarsene, prima di essere cacciato; il contratto era in scadenza e il Piersilvio non aveva alcuna intenzione di rinnovarglielo se non con un bassissimo profilo economico. La stessa lucidità non ebbe Mike Bongiorno che fiduciosamente lasciò passare la scadenza del contratto con la certezza di avere automaticamente il rinnovo o almeno nuove proposte. Con un cinismo superiore persino al padre, il Piersilvio non gli diede neanche il benservito, una telefonata di chiarimenti, fu come un licenziamento senza preavviso. Poi Bongiorno lo giustificò dicendo che il figlio in fondo non sapeva quanto lui avesse dato all'azienda lavorando a fianco del padre e dello spirito santo di Confalonieri. E già, il piccino nel frattempo aveva vissuto su Marte. Bongiorno non c'è più, una persona non può essere trattata con le stesse modalità di una fredda equazione di profitto e spesa. C'è un lato umano che va considerato, anche a discapito della rendita. Una qualità che scarseggia nel vicepresidente di Mediaset, nessuno gliel'ha inculcata, ma di ciò non c'è da meravigliarsi.

9 commenti:

aleph ha detto...

Ma tu guarda...potremmo farne un tormentone, uno slogan,un post-it metropolitano...a volte basterebbe così poco!
PS mazza , te sei sforzato eh??????

fabio ha detto...

Esosa, l'ho allungata di qualche riga vabbe'?

aleph ha detto...

si

Anonimo ha detto...

Mi sta talmente sulle p.... questo viscidone avido, colluso e saccente che per quanto mi riguarda è molto peggio il fatto che da oggi in poi lo pagherò anche io!! Preferivo saperlo a libro paga di Mediaset, francamente. In pensione ci vanno tutti i comuni mortali (forse...) perchè Bongiorno e Costanzo veneranda età in cui sono stati congedati dal lavoro, devono passare per vittime del capitalismo spersonalizzante quando semplicemente dovrebbero seguire il corso naturale delle stagioni della vita? L'antiberlusconismo produce dei controsensi tragicomici che farebbero pure ridere, se non ci fosse da piangere.
E siccome in questo caso si tratta, oltretutto, di uno degli artefici più o meno diretti, della deriva etica ed ed estetica della tv, vogliamo essere per una volta obiettivi?
Personalmente auspicherei di non incrociare mai più questo personaggio laido e flaccido che vive della rendita di una fama di grande giornalista acquisita (con merito) 40 anni fa ma che in lui oggi non si ritrova manco a cercarla col lanternino!
Diaciamocelo su, non vi fa venire voglia di prenderlo a sberle quando rilascia interviste da moralizzatore della tv scagliandosi contro le nullità senza meriti, quando il Maurizio Costanzo Show è stato per 30 anni (30!!!) la fucina whoroliana di personaggi senza arte nè parte???
Non lo vorreste vedere soffocato dagli starti adiposi quando denuncia la volgarità della tv ed è lo stesso che si è inventato la Buona Domenica dei vari Costantini, Interrante, Laricchia....???
Vi ricordate quando si scagliò contro la Carrà dicendo che sfruttava le lacrime della gente per fare audience .... per poi suggerire alla mogliettina di fare un programma che si discosta da Carramba che Sorpresa solo per il titolo??
Viscido, squallido, colluso, laido....e pure rosicone!!!
Bravo Piersilvio, al tuo posto mi sarebbe sfuggito pure un bel calcio in culo!!!


Ciao ammore!!

I'm back!


C.

fabio ha detto...

Quale sorpresa!

Sai quale è la mia considerazione
su Costanzo e Bongiorno. Ciò che ho scritto non è una rivalutazione
dei due personaggi e non credo che traspaia un fraintendimento.
Sottolineavo il senso
della riconoscenza dei berluscones.
Il leccaculismo fedele dei due personaggi non è stato ripagato; i Berluscones ci si sono
puliti il culo per tanti anni e
poi li hanno buttati come fazzolettini di carta usati.

Bravo Piersilvio? consiglialo piuttosto a prendere a calci in culo Maria De Filippi (meglio a calci nelle palle) vediamo se ti dà retta!

La verità è che Piersilvio è un vigliacchetto, forte con i deboli, innocui rottami, e debole con i forti, quelli che hanno gli sponsor che li portano sul vassoio d'argento.

Anonimo ha detto...

Nessun fraintendimento, sei stato chiarissimo.
Una vita spesa al servizio di una azienda non significa doverci morire dentro ad honorem, a una certa età si va a casa, o no?
Che cosa avrebbe voluto Mike per non denunciare ingratitudine, morire in diretta??? Suvvia...
Trovo la questione sterile e capziosa, tutto qui.

Baci.

C.

ALEPH ha detto...

Ah bene...un aggiunta al giorno...fa un post intero!

fabio ha detto...

C. ara, il tuo ragionamento che è anche il mio non è però quello del PiSiBe,
altrimenti Fede già sarebbe in pensione.
Ma tu sei troppo buona, perché quelli la pensione già la prendono da un bel po'.

fabio ha detto...

E adesso famo a scrivere un altro post che c'è ALEPH che mi controlla:)