domenica, luglio 8

Come eravamo, senza togliere una virgola SECONDA PARTE

Mary: hai ragione.

auguri winx e c.

Ultimoooo!
Per congedarmi da questo blog, un po' di qualunquismo... un exursus dei difetti noti di alcune persone note, a caso.
Barbara Berlusconi ha il naso a patata, ereditato con il resto dal padre, se lo fa ritoccare con photoshop; la Prati che si vanta della sua eterna giovinezza dà l'idea di un transessuale mancato; la Gerini che continuano a dire che è una bella donna, è un mezzo cesso dal viso sgraziato, però sa recitare, il suo grande capolavoro che gli è valso una carriera fu dire a sedici anni: "ti amo" al già canuto Gianni Boncompagni dopo il loro primo amplesso, grandissima attrice; Parietti e Perego hanno 'avuto' le orecchie a sventola e continuano a coprirsele perché l'operazione non riuscì molto bene (il Pariettino figlio porta i capelli lunghi non per moda), però lo hanno ammesso, Selvaggia no, ha la stessa fissazione che tiene segreta, ma credo che aspetti il chirurgo buono, nel frattempo capelli incollati alle orecchie; la moglie giornalista di De Benedetti figlio è una mummia, anche se non se ne rende ancora conto; quasi tutti i presentatori della prima e seconda rete Rai sono gravemente deficitari mentalmente, si salva solo Magalli; per poter lavorare in Rai bisogna presentare il cervello in una scatola e firmare un documento che attesti di non usarlo per tutta la durata del contratto; in quanto a quelli che lavorano in mediaset è inutile parlarne, lì basta semplicemente non averlo proprio, il cervello; Corona è un bravo ragazzo, un po' sbruffone ma mai falso; le due sorelle Carlucci così patriottiche per via dei colori 'forzitalidioti', partorirono i figli negli USA per dar loro doppia cittadinanza, alla faccia dell'attaccamento alla bandiera, sono patetiche nel loro ricercato perfezionismo, anch'esse due mummie ridens; la Bianchini, insignificante presentatrice di Domenica In, è convinta di essere il futuro della televisione e...ha ragione; le presentatrici di Mediaset devono corrispondere ai gusti estetici di Piersilviuccio, in precedenza erano i gusti di Silviuccio, infatti ancora c'è una reminescenza di tettone; di tutti i bei 'maschiacci' usciti da 'sotto' Lele Mora, quasi nessuno ha evitato l'obliterazione; la De Filippi continua a dedicare il suo tempo libero all'equitazione, come faceva la Estrada...
Gente che campa buttando palate di merda sulla gente, elettori e telespettatori, gente che si è creata dei privilegi senza produrre utili alla società, avrò il diritto di essere un po' incassato!

Non me lo aspettavo! Che faccio? Io scrivo per divertimento, naturalmente. Stavo già eliminando tra i preferiti il blog di Selvaggia, come del resto ha fatto lei. Però... caspita, io sono un maschietto sensibile, come faccio a resistere a queste parole carine...? (come scrivete bene)
Allora ora scrivo una cosa seriosa... (spirito di contraddizione).

I due presentatori antesignani di due diversi modi di interpretare la conduzione di un programma furono Mike Bongiorno e Mario Riva. Il primo, descritto ampiamente nella Fenomenologia a lui dedicata da Umberto Eco, è ahimé molto attuale, non tanto perché sia ancora in attività, ma per la nullità che pervade i presentatori di oggi. Il secondo era un grande, straordinario animale da palcoscenico, insuperato, che come tutti sanno morì per un banale incidente cadendo dal palcoscenico. Su questa scia Corrado, Tortora, Chiari, Lelio Luttazzi (pensate all'avverso destino degli ultimi tre, uomini che si misero in gioco subendo sulla propria pelle, ingiustamente) restano nella storia della televisione senza eredi.
Se questo significa essere obsoleti... allora i vari Giletti, Conti, Timperi, Scotti ... (la lista è lunga) sarebbero i giovani? sono preistorici, altroché, privi di personalità, senza la capacità di esprimere un giudizio, se non per ringraziarsi il padrone, smaccatamente untuosi e servili. Ma anche privi totalmente di carisma e carica ironica. Conti si ride addosso da solo, Giletti sornione con gli occhi da cinese tutto dedito alla catechesi per conservarsi il posto Vaticano, Scotti un automa, non gli esce una battuta, tra l'altro scadente, che non sia preparata. La televisione è lo specchio della società, questa è la società attuale, senza cultura. Gli anni 60 e 70 hanno prodotto cultura; dagli anni Ottanta c'è stata una caduta in vite e tutto ciò lo constatiamo anche dalla televisione. I motivi li conosciamo bene, molto bene. Qualcuno ha detto che Berlusconi è un'invenzione di Mike Bongiorno, forse proprio quest'ultimo, perché quando fu 'comprato' dalla Rai, con tanti bei soldoni da fare schifo (Bongiorno è persona molto attaccata al denaro) diede credibilità al rampante imprenditore; da allora una salita vertiginosa degli ingaggi televisivi (e della potenza dell'uomo Berlusconi) e quindi anche la perdita di moralità, dentro e fuori, avendo come esclusivo metro di qualità il denaro. La televisione è una cosa 'seria', atrocemente seria, nonostante facciamo finta di niente, ci condiziona la Nazione, lo sanno bene i politici;
purtroppo non basta tenerla spenta, la tiene 'attiva' chi ci governa
o ci vuole governare, se è scadente è perché si vuole che sia così,
pensare troppo fa male, fa nascere cattivi sospetti,
meglio la fenomenologia di Bongiorno... (Totò scrivano in Miseria e Nobiltà: "Lei è ignorante? ah, bene bene...", consigliava al cafone di fare sguazzare i figli, qualora ne avesse avuti, nell'ignoranza).

Il questionario che devono riempire le ragazza che vogliono entrare in F.I. è piuttosto singolare; oltre ai normali dati anagrafici c’è una parte riservata a quelle che vogliono far parte del ‘corpo speciale’ del Presidente, una domanda tipo: taglia giro-petto, con un asterisco che rimanda alla nota: ammesse di diritto dalla quarta in su; per quelle al di sotto, pre-selezione di verifica altre qualità. Ecco che stava facendo il Berluskopàz, stava verificando le altre qualità, Angela la rossa entrata di diritto per la quinta misura, infatti è seduta di fianco, mentre lui esamina le 'altre qualità' delle altre due.
Dieci anni fa, potevi dire, vedendo Berlus accarezzare le bambine di dieci anni, che lui poteva avere tutti i difetti di questo mondo ma almeno non era pedofilo… invece… aspettava solo che crescessero.
Devo ammettere di aver visto una mezz’ora del GF, con mio grande disappunto, obbligato dalle circostanze. Mi è bastato per capire, etologicamente, il comportamento di questi animali ‘semplici’. Guendalina è una brava ragazza, devastata dal chirurgo plastico e vabbe’, ah, Guenda Guenda il tuo problema non era estetico ma psicologico. Insopportabile per la totale mancanza di reazione a tutti gli abusi, guidati sicuramente dagli autori, di quel Bingo Bongo, il cui nome mi sfugge, l’orango, quello che si è ingoiato un megafono da piccolo. Alessandro è stato analizzato; nonostante le apparenze esterne lo facciano collocare nella specie umana, nello studio dei cromosomi si è constatato che l’80 per cento combacia con un invertebrato che infesta le acque di alcune isole del Pacifico, la Medusa Scopina, dal comportamento anomalo, essa si attiva solo nella stagione degli amori, per il resto dell’anno entra in uno stato di letargo, diminuendo le attività del sistema nervoso alle sole funzioni vegetative. E mi sa che ha ragione Mary: Francesco è il più normale, o il meno anormale di tutti. Anche se una grave pecca cade su di lui, innamorarsi con la musica di D’Alessio è imperdonabile.
Ho la vaga sensazione che mi sia sfuggito qualcosa!

Dichiarazione ufficiale di Bondi: “Come al solito Berlusconi è stato frainteso. Trattasi di comportamento affettuoso come quello di un nonnino con le sue nipotine”. In una foto si nota il nonnino apprensivo che dà la manina alle bambine, per timore che sul viale possano essere investite dalla terribile falciatrice a vapore da 2000 cavalli; nell’altra foto è il nonnino che postesi paternamente sulle ginocchia le care bimbette, si appresta a raccontar loro alcune favole istruttive che mettano in guardia le ingenue creature dai pericoli della vita: Biancaneve ed il settimo nano malefico, Cappuccetto Rosso ed il lupo mannaro (nano) marsicano, Cenerentola e la scarpetta di cristallo molato in lastra da 10, la piccola fiammiferai ed il cerino da 28.000 milioni di euro, la Sirenetta ed il polpo tentacolare e via di seguito; nel frattempo le tiene per i sederini per evitare che possano cadere dalla sua ‘possente’ altezza.
Scritto da: fabio1
19.04.07 16.45

7 commenti:

Kaishe ha detto...

PRIMAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA...

Su un posto a tema con le cose che "frequento": i 7 viai capitali... e tra l'altro in un commento riportato Fabio1 si vanta di essere ultimoooo...
La gara era già in embrione nel tuo futuro...

Kaishe ha detto...

... naturalmente "posto" sta per "post"...

STEFF 572 ha detto...

SECONDAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Kaishe ha detto...

Ogni volta che le rileggi ti danno un'emozione diversa...
Oggi... un brivido lungo la schiena... al pensiero di cosa potrebbe emettere la tua penna o la tua tastiera, se scrivi di getto (anche all'insaputa del tuo cuore che un pochetto si è affezionato)...

Anonimo ha detto...

good start

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

fabio ha detto...

Buona lettura Anonymous, ma non prendere esempio.