mercoledì, maggio 2

Oggi il Vangelo è il più grande nemico della Chiesa Cattolica Romana


La Madonna del Carmine è una di quelle tante Madonne verso le quali i napoletani sono devoti, Madonna di Pompei, dell’Arco, di Montevergine. Il sacerdote che celebrava la messa nel periodo natalizio, nella chiesa della Madonna del Carmine, era africano. Da quando si cantava “chillo ‘o fatto è niro niro comme a ché” ne è passato di tempo. Ormai le vocazioni in Italia scarseggiano, la Chiesa saccheggia il Terzo Mondo a piene mani, perché solo lì ancora ha una ‘tenuta’.
L’avvento di questo papa segna l’inizio della fine; è quando si capisce che la forza incomincia a mancare che ci si richiude in sé stessi, per difendersi. Le nuove generazioni non sono più disposte a credere ed a seguire una dottrina che non riescono a comprendere perché in continua contraddizione con il potere centrale della Chiesa stessa. Volendo disegnare uno scenario futuro, potremmo ben figurarci un vecchio clero che si regge su un potere, non più legato anche alla fede ma alle proprietà, alla ricchezza, ai titoli bancari. Facile intuire che resterà solo uno ‘scheletro’ materiale: l’istituzione economica, i beni e gli intrecci politico-finanziari. Quanto tempo durerà questa condizione non è facile dirlo, ma tutto ha un termine, nessun ‘bene terreno’ è destinato all’eternità, come ci insegna il Vangelo. Del resto il paganesimo durò alcune migliaia di anni, l’impero romano sembrava non avere mai fine ed ora ci restano questi magnifici ‘scheletri’ che continuano a dar monito sulla futilità del potere, religioso e politico. La Chiesa è un potere gerarchico. Se il peggior nemico della Chiesa dalla fine del XVI secolo in poi fu la ‘ricerca scientifica ’, oggi che abbiamo ridotto la ‘Bibbia’, per quanto concerne l’Antico Testamento, alle sue giuste dimensioni ed anche accettata come insegnamento simbolico, il peggior nemico è il ‘Vangelo’. Leggere il Vangelo e confrontarlo con l’attuale sistema ecclesiastico-cattolico produce uno stridore che fa venir meno qualsiasi buona intenzione di accettare questa istituzione e considerarla credibile; poiché proprio il Vangelo ci insegna a fuggire le ricchezze terrene o perlomeno a non considerarle prioritarie. Gesù che era povero tra i poveri ed ultimo tra gli ultimi, lasciò a Pietro l’eredità di questo messaggio, povero tra i poveri, ultimo tra gli ultimi, era il segno distintivo dei Cristiani rispetto a ‘tutti gli altri’. La Chiesa Cattolica Romana regge quell’eredità!? O forse è passata dalla parte di ‘tutti gli altri’? Sta di fatto che accettare integralmente il messaggio cristiano significa allontanarsi integralmente dalla Chiesa Romana, da una parte di essa. La vera Chiesa eredità di Pietro non sta arroccata in Vaticano, tra agi e privilegi, deposito sontuoso di secoli di donazioni, anzi quella è la coda equivoca. La vera e unica Chiesa è nei poveri parroci di confine, a contatto con gli ‘abbandonati’ da Dio, è nei missionari che si trovano in compagnia di sorella Morte, rischiando ogni giorno tra guerre e malattie. Mentre gli alti prelati, al calduccio delle stanze delle loro sfavillanti dimore, tra cene e gala con la crema della società, tra intrallazzi e importanti decisioni per difendere il potere e la cerchia dei loro protetti, avranno anche la porta del Paradiso aperta, ma a forza di ‘mangiare’, con lo spirito così gonfiato, rischieranno di non entrare più per quella porticina, molto più piccola dei grandi portoni dei palazzi dove risiedono. Forse si sacrificano per permettere a quei missionari e parroci di compiere il loro dovere. Forse è così, si sacrificano all’Inferno, nel lusso, per il bene dell’umanità, sinceramente sarà così.

15 commenti:

balua ha detto...

'mappete se sei prolifico oggi!!! Non ti sto dietro...

Per quanto concerne la Chiesa.. che dire.. se tornasse a predicare bene e razzolare bene, forse sarebbe meglio..

ma in questo momento non faccio testo.. Ho appena visto il telegiornale.. Il servizio dei funerali religiosi della ragazza ammazzata con l'ombrello.. I preti in Chiesa che invocavano il perdono.. e la famiglia che si è ribellata.. Ma , dico io, ok che siete preti.. Ok che non potete dire diverso.. ma astenersi dal dirlo, proprio oggi che una famiglia seppellisce una figlia ammazzata brutalmente per uan spinta di troppo, pare brutto??

Mi sono tanto arrabbiata per il dolore gratuito, la frustrazione ulteriore provocata a quei poveri genitori..
Se tu prete sei uomo di Chiesa, e loro gente di Chiesa, ci sarà modo e tempo per insegnare il perdono .. e i famigliari avranno modi e tempi per perdonare..
Ma dopo 3 giorni.. chi è pronto per un atto d'amore del genere??

fabio1 ha detto...

Ci sono dei preti, come dice Kai, fallibili, non tutti hanno quella sensibilità di tacere e continuano a far predica come un libro scritto. Ci sarà un tempo per meditare il perdono, ma non è detto che accada; il perdono lo si deve meritare. Come è strano il destino, ci sembra di essere così sicuri nella città. Invece
girano animali aggressivi come nelle foreste o può precipitare un masso dall'irta montagna con l'aspetto di una gru meccanica.Perché chi poteva immaginare che l'andare in Chiesa, per due miti donne, potesse diventare un pericolo mortale?

Kaishe ha detto...

Fabio... sei un grande!

Sul presente post vogli raccontare un episodio che fa parte della mia vita...
Il 16 luglio 2002 mio figlio è stato investito ... Il padre e io eravamo a lavorare e il secondogenito era a letto.
una vicina di casa è corsa a chiamarlo, lui ha chiamato me e ci siamo precipitati all'ospedale locale.
Lì ci hanno detto che era stato mandato all'ospedale di Udine (più attrezzato per la gravità...) con l'elicottero...
Non vi racconto la ridda di sentimenti, il terrore strisciante che ti prende il cuore e la mente, il rifiuto di anche solo pensare la parola innaturale ...
In auto io mi fingevo concentrata sulla guid, mio figlio non diceva una parola e guardava fisso e mio marito si disperava (tanto che a un certo punto l'ho minacciato di "scaricarlo"...)
Dall'ospedale (verificato che davvero lassù qualcuno ci ama...) ho chiamato mia sorella perchè andasse a casa dei miei in modo che, se la notizia fosse arrivata da altre strade, lei poteva occuparsi di loro e tranquilizzarli...
Lei mi disse che lo aveva sentito ma aveva pensato di "non muoversi"...
Quasi in contemporanea, ci raggiunse uno dei Parroci del nostro paese (oltre 50 km, non tantissimi ma insomma...).
Anche lui lo aveva sentito e aveva pensato di starci vicino...
Solo un caso?
La mosca bianca del clero?
Non so...
So però che è solo un episodio che mi spinge a DIFENDERE le persone che fanno la CHIESA...

balua ha detto...

Oggi la rabbia per i funerali di ieri è passata.. Riesco ad essere un po' più lucida..
Il discorso della Chiesa in quanto tale è fondamentalmente corretto.. Predica bene ma razzola male..

Però ci sono preti stupendi che purtroppo vengono "oscurati" da personaggi come il Prete di Angie..
Io , come detto più volte, ho con la Chiesa un rapporto controverso per esperienze passate.. Ma in cuor mio so che se voglio rientrare nella Casa di Dio ci sono persone sempre disposte ad accogliermi.. magari non nella mia parrocchia, magari non nella parrocchia vicina, ma di certo da qualche parte, fosse anche dovessi andare da Kay, qualcuno che c'è e predica davvero le Sacre Scritture esiste...

Un amico prete di famiglia, persona stupenderrima tra l'altro, la pensa come me sui funerali di ieri.. C'è un tempo per tutto.. e verrà anche il tempo del perdono.. Ma forse non era proprio quello.. Si potevano fare mille altre prediche.. Quella sul perdono poteva aspettare un po'..

Non sono una frequentatrice di messe.. ma se ben ricordo c'è un passo del Vangelo che dice

Per ogni cosa c'è il suo momento,
il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.

C'è un tempo per nascere e un tempo per morire, un
tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.

Un tempo per uccidere e un tempo per guarire, un
tempo per demolire e un tempo per costruire.

Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per gemere e un tempo per ballare.

Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.

Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
un tempo per serbare e un tempo per buttar via.

Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
un tempo per tacere e un tempo per parlare.

Un tempo per amare e un tempo per odiare,
un tempo per la guerra e un tempo per la pace.

.. parole sagge... saggerrime...

fabio1 ha detto...

Kai cara,Credo che il parroco non sia accorso come rappresentante della chiesa, ma come uomo, perché ha dentro di sé le parole di Gesù, non perché gliele ha insegnate la Chiesa.
Io ti racconto un altro fatto, non così grave come quello incorso a tuo figlio. Mia madre e mia nonna, già anziana, mio padre alla guida. Ad un certo punto mia nonna, già sofferente, si manifestavano i primi sintomi del morbo di Alzheimer, quello che ti consuma fino al lumicino, ebbe l'urgenza di andare in bagno. Allora mia madre notò un convento in una landa desolata, fece fermare l'auto e bussò. L'aprì una suora e mia madre spiegò l'urgenza della situazione e chiese la possibilitò di usare un servizio igienico per mia nonna, che ripeto era palesemente sofferente. Ebbene la suorina, la suorina... stracolma di letture delle Sacre scritture, in preghiera ogni giorno per la salute del Santo Padre, disse, quasi scandalizzata della 'insolita' o 'insolente' richiesta di aiuto, che non era possibile, non era proprio ammissibile e chiuse loro la PORTA IN FACCIA.
Quindi, forse quella era una mosca nera? forse basta una mosca nera per far crollare il cupolone? no, ma ce ne sono parecchie che ci provano.

Chris[ma kay?????] ha detto...

fabio cia...sono passato per lasciarti un saluto,non riesco a commentare il post perchè sono un po di corsa e cqe l'argomento merita molte argomentazioni...
volevo solo dirti che mi piace molto come scrivi e che ti leggo sempre!
ora scappo a lavurà...ciauzzzzzz

Cipolla ha detto...

Complimenti a Fabio per il mondo in cui scrive!
argomento religione un po' spinoso per me.....per una serie di accadimenti personali mi sono allontanata dalla chiesa.....sarebbe un po' lunga da spiegare e non ne ho neanche tanta voglia!

Cmq il mio Bruce nel suo lavoro precedente aveva spesso a che fare con suore, preti e vescovi...me ne ha raccontate di tutti i colori... di tanti che ne ha conosciuti c'erano parecchie mosche nere.... diverse mosche maron .....e rare mosche bianche....ma quest'ultime una volta incontrate ti entrano nel cuore e non le scordi più.....come loro non si scordano più di te!

balua ha detto...

Hem.. ERRATA CORRIGE.. il passo di prima non è del Vangelo ma della Bibbia, Ecclesiaste...

Kaishe ha detto...

Balu... il brano è di Qoelet e io lo amo particolarmente perchè è il brano che ho letto per mio papà quando è mancato (nella messa che ho fatto in forma proiivata con gli amici, visto che lui era TdG)
...
Anche nella Sacra Scrittura ci sono predicatori che parlano per teorie e uomini che parlano per vissuto... e le parole non raggiungono le stesse intensità nè toccano le stesse corde intime
...
Fabio... sapessi quante volte recitasndo il "Credo" mi viene da abbassare con imbarazzo la testa su "Credo la Chiesa" ...
e quanti preti conosciamo tutti per quanto hanno sofferto nel rapporto con l'Istituzione?
Ma il Sacerdote UNICO al quale si deve guardare è e rimane colui che non ci ha predicato parolone colte ma si è fatto umiliare ed inchiodare per noi ...
Solo per LUI è possibile continuare a CREDERE ... anche nella misera viltà di certi uomini di chiesa

fabio1 ha detto...

Balua, hai visto? si chiama comunanza di amorosi sensi. Comunque non hai proprio sbagliato completamente, il Vangelo è parte integrante della Bibbia cristiana, diversamente da quella ebraica.
Kai, sei... (qui dovrei farti un complimento eccezionale)ma tanto lo sappiamo tutti che non basta una semplice parola.
Il racconto di prima ha una fine, che in fondo riflette le tue parole. Mia madre, sostenendo la madre, se ne andò mortificata quasi sentendosi in colpa. Dopo alcuni chilometri di 'resistenza' di mia nonna, arrivarono ad una cascina semi diroccata. Aprì una vecchiarella, che un altro po' era più anziana di ma nonna. Li fece entrare e offrì un'ospitalità degna di un re. Mia madre ringraziò tantissimo, si ricorda che c'era un bel Cristo appeso nella stanza e la buona samaritana li salutò accompagnandoli col Signore.

angie ha detto...

Ehi ehi ehi, argomenti non da poco per noi oggi!

Avete già letto il mio trascorso non felice, e suppongo abbiate un'idea della mia posizione rispetto alla multinazionale chiesa.
Ho però imparato a pesare le persone in quanto tali, e non per l'abito e/o la posizione che hanno.
Quindi il mio prete orrendo in realtà per me è UN UOMO ORRENDO. Così come ce ne sono tanti in giro.
Anch'io ho trovato sulla mia strada un parroco straordinario, in veste di uomo.
Qualche anno fa collaboravo con il gazzettino di venezia, accade che a Burano muore una regazza di 26 anni di leucemia fulminante, lasciando due figli piccolissimi e un marito di merda.
Il padre della ragazza era morto dieci anni prima a 38 anni di infarto per la strada, così, all'improvviso.
Succede che il giornale manda me per scrivere il pezzo.
Io e lei avevamo praticamente la stessa età, e a Burano, un'isola di 3200 anime ci conosciamo tutti benissimo.
Non so con quale coraggio riesco ad entrare a casa di Samantha, dove la madre mi accoglie piangendo e abbracciandomi.
Scorco il nuovo prete della nostra parrocchia, arrivato da poco.
Scopro in lui unn uomo immenso quando invece di attaccarsi alla retorica da pulpito si incazza come uomo per una morte così cattiva e ingiusta.
Don Renzo è una persona straordinaria, un uomo incredibile, e quindi tale è come parroco.

angie ha detto...

LAUDATE HOMINEM
LAUDATE HOMINEM

NON VOGLIO PENSARTI IL FIGLIO DI DIO, MA FIGLIO DELL'UOMO, FRATELLO ANCHE MIO.

Vi consiglio, per chi non o avesse mai fatto, di ascoltare la Buona Novella, un album strepitoso di De Andrè.
Basato sui Vangeli apocrifi di MAria.
Ascoltatelo e basta.

Anonimo ha detto...

e bè, l'ignoranza è la pillola tua ?

Anonimo ha detto...

e bè, l'ignoranza è la pillola tua ?

Anonimo ha detto...

Іt іs advisable to consume plenteousness
οf wаter at one time so you'll be exposed enough to see how your thoughts, actions, affects and personal effects work in your lifespan. Maybe we motive to budget como Indian sensual massage, e tem sido muito utilizada devido �s enormes capacidades de relaxamento e efeitos terap�uticos comprovados.

Also visit my weblog web page